Creme solari: raccomandazioni per l’utilizzo

Creme solari: raccomandazioni per l’utilizzo

L’estate si avvicina e il caldo è ufficialmente cominciato: è arrivato il momento delle vacanze, delle giornate da trascorrere all’aria aperta e dei weekend al lago, al mare o in montagna. Per questo motivo è bene conoscere nel migliore dei modi le caratteristiche delle creme solari. Vi mostriamo dunque i consigli dell’EWG (Environmental Working Group) per imparare a conoscere le caratteristiche dei prodotti per la protezione solare e per l’abbronzatura. In questi giorni l’Environmental Working Group ha pubblicato una classifica di creme solari (dalle migliori alle peggiori) e un elenco di raccomandazioni sull’utilizzo di prodotti per la protezione solare, con informazioni di cui probabilmente non siete ancora al corrente.

creme solari

  • Fornire una buona protezione solare può svolgere un ruolo rilevante per prevenire le scottature e di conseguenza diminuire il rischio di melanoma. Secondo l’EWG non dobbiamo farci ingannare dalle creme solari con SPF (fattore di protezione solare) troppo elevato. Per questo motivo, l’FDA negli Stati Uniti d’America ha vietato la vendita di creme solari con SPF superiore a 50+.
  • L’Environmental Working Group, la vitamina A presente in alcuni prodotti solari rappresenta un antiossidante che combatte l’invecchiamento della pelle, ma allo stesso tempo potrebbe costituire una sostanza in grado di favorire lo sviluppo di tumori cutanei e di lesioni nel corso dell’esposizione.
  • L’EWG raccomanda di tenere sotto controllo i livelli di vitamina D (che si produce durante l’esposizione al sole) a chi trascorre poco tempo al sole e all’aria aperta. Però, anche l’utilizzo di creme solari potrebbe impedire la produzione di vitamina D.
  • L’FDA e l’Environmental Working Group hanno affermato che nelle creme solari potrebbero essere presenti gli interferenti endocrini, elementi che possono impedire il giusto funzionamento del sistema ormonale.
  • E’ consigliabile applicare le creme solari più o meno venti o trenta minuti prima di esporci al sole, in maniera che possano essere assorbite prima dell’inizio dell’esposizione al sole.
Posted in Cura della persona, home and tagged , , , , .